02 ago 2010

Fiore, sul Governo e sulla Classe dirigente ...


GOVERNO,FIORE:FORZA NUOVA OPERA PER COSTITUIRE ELITE DOMANI

Il segretario di Forza Nuova Roberto Fiore commenta il documento della Cei che ha evidenziato il drammatico momento per il Paese privo della classe dirigente necessaria:"il documento della Cei mal giudica di fatto l'operato del Governo e dell'opposizione ufficiale. Si legge la richiesta di una nuova classe politica, la cui mancanza oggi è evidenziata dai giornali che parlano di P3, di rotture in seno alla
maggioranza, di divisioni, corruzioni e mediocrità. Se è chiaro che la seconda repubblica è stata squallida quanto o più della prima, è ancor più chiaro che i politici di domani non dovranno essere personaggi legati in alcun modo al sistema vigente. Bisogna imparare una lezione.Serve un'elite differente, che anteponga l'interesse della nazione all'interesse privato, che non usi la politica come succursale dei propri affari, che sappia dire no alle grandi imprese che
privatizzano gli utili socializzando le perdite, che voglia privilegiare la famiglia naturale, che attui rivoluzionarie riforme
politiche economiche e sociali. La linea di continuità che da decenni ci sta trascinando alla deriva deve essere spezzata. Forza Nuova invita i suoi militanti e dirigenti ad operare per qualificarsi come
avanguardia politica italiana ed europea, affinchè il popolo possa ritrovare fiducia e riconoscere i propri migliori rappresentanti."

GOVERNO,FIORE:FORZA NUOVA OPERA PER COSTITUIRE ELITE DOMANI

Il segretario di Forza Nuova Roberto Fiore commenta il documento della Cei che ha evidenziato il drammatico momento per il Paese privo della classe dirigente necessaria:"il documento della Cei mal giudica di fatto l'operato del Governo e dell'opposizione ufficiale. Si legge la richiesta di una nuova classe politica, la cui mancanza oggi è evidenziata dai giornali che parlano di P3, di rotture in seno alla
maggioranza, di divisioni, corruzioni e mediocrità. Se è chiaro che la seconda repubblica è stata squallida quanto o più della prima, è ancor più chiaro che i politici di domani non dovranno essere personaggi legati in alcun modo al sistema vigente. Bisogna imparare una lezione.Serve un'elite differente, che anteponga l'interesse della nazione all'interesse privato, che non usi la politica come succursale dei propri affari, che sappia dire no alle grandi imprese che privatizzano gli utili socializzando le perdite, che voglia privilegiare la famiglia naturale, che attui rivoluzionarie riforme
politiche economiche e sociali. La linea di continuità che da decenni ci sta trascinando alla deriva deve essere spezzata. Forza Nuova invita i suoi militanti e dirigenti ad operare per qualificarsi come
avanguardia politica italiana ed europea, affinchè il popolo possa ritrovare fiducia e riconoscere i propri migliori rappresentanti."

Nessun commento: