01 lug 2015

Scicli: Movimenti e Comitati presentano ricorso contro la graduatoria di assegnazione alloggi popolari

Forza Nuova, Rivoluziona Scicli ed il Comitato Difesa e Diritto Casa, hanno protocollato presso il Comune di Scicli e la Prefettura di Ragusa, un ricorso congiunto richiedendo che venga resa priva di efficacia la graduatoria provvisoria per l’assegnazione di alloggi di edilizia pubblica.
L’attuale normativa vigente , identifica in edilizia residenziale pubblica, quelle unità abitative di realizzazione, diretta o indiretta, dello Stato da assegnare a condizioni economiche particolarmente favorevoli a cittadini con redditi bassi o che si trovino in condizioni economiche disagiate, purché in possesso di specifici requisiti stabiliti dal regolamento regionale. In tal senso la Legge Regionale n. 2/02 indica sia la competenza del sindaco che quella del consiglio comunale in ragione della sussistenza o meno di alcuni elementi oggettivi e soggettivi che caratterizzano la tipologia di alloggi da assegnare ed i requisiti dei destinatari dell’assegnazione.
Il consiglio comunale, ai sensi della L.r. n. 12/52 è competente ad approvare le graduatorie per l’assegnazione degli alloggi contenuti nei piani di recupero, da assegnare in locazione a famiglie o persone delle categorie con reddito annuo di scarso valore che vivono in case fatiscenti, antigieniche ed improprie. Sempre in tema di competenze, da ultimo, è venuta meno quella delle commissioni , (nd.che a Scicli invece ha operato probabilmente in modo illegittimo) alloggi popolari, già previste dall’art. 6 del D.P.R. 30 dicembre 1972, n. 1035 e dall’art. 18 della legge regionale 25 marzo 1986, n. 15, per effetto della soppressione degli stessi organismi disposta con l’art. 40, comma 1, della L.r. n. 17/04: a seguito di tale semplificazione procedimentale le relative attività divengono, in via residuale oggetto di funzione propria dei comuni che vi provvedono direttamente, in attesa della costituzione “ dell’agenzia unica “ per le politiche abitative che si chiamerà ASPA (Agenzia Siciliana Patrimonio Abitativo) nella quale confluiranno tutte le attività, i beni e i debiti degli IACP, i dieci Istituti Autonomi Case Popolari della Sicilia.
“Detto ciò – spiega Maria Borgia – abbiamo voluto rimarcare come l’esigenza abitativa degli Sciclitani non può essere certamente interpretata da commissioni improvvisate nei vari settori, i quali, ad oggi come sappiamo non sono rette da un amministrazione comunale, per via del provvedimento di scioglimento dello stesso.
Teniamo comunque a rimarcare, come fatto nel ricorso, l’evidente stato di iniquità e disparità di trattamento in relazione alla quota percentuale destinata agli immigrati, che addirittura, come indicato nel bando possono accedere alla graduatoria con solo due anni di permanenza dimostrata in territorio Italiano col risultato di una quota paria al 50% del totale delle assegnazioni a vantaggio di una piccola comunità, nonché un ulteriore 15% destinato a “profughi” il cui termine generico privo di contenuto giuridico si legge nel bando forse confuso con lo status di “rifugiato” tutelato dalle leggi in vigore”.

30 giu 2015

28 06 15 POZZALLO Invasione immigratoria Forza Nuova in corteo



Servizio di LA2 sul corteo di FN a Pozzallo

“La Sicilia non muoia d’immigrazione”, manifestazione di Forza Nuova a Pozzallo




Partecipato corteo di Forza Nuova a Pozzallo così come il comizio finale di Roberto Fiore, Segretario Nazionale del partito che, nonostante gli impegni internazionali, è voluto essere presente nella cittadina rivierasca, ormai tristemente nota come la seconda porta europea per il flusso migratorio proveniente dal nord Africa e teatro di continui sbarchi di immigrati.
Tanti i militanti siciliani, in delegazione dalle diverse realtà isolane, ed i simpatizzanti che in corteo per le vie principali della città hanno scandito slogan come quello per rimarcare ancora una volta che gli aiuti debbano andare per primi agli Italiani.
“Purtroppo non è quello che accade oggi in Italia, dove la voce di centinaia di migliaia di persone viene boicottata e poco rispettata da un Governo latitante”, a dichiararlo è Roberto Fiore dal palco, “la classe politica resta sorda alle indicazioni di una parte consistente della comunità nazionale”, ricordando ad esempio un altro grande successo: quello di Piazza San Giovanni a Roma con la presenza di un milione di persone per dire no alla diffusione dell’ideologia Gender nelle scuole italiane.
“La classe politica, che ci governa non può e non deve rimanere cieca davanti a milioni di persone che oggi versano in grave stato di disagio economico e sociale, non può permettere il continuo degrado delle nostre città, ove bande di immigrati la fanno da padroni compiendo atti di criminalità continua, sfuggendo a qualsiasi controllo delle forze dell’ordine”.
A ribadire il tema della manifestazione di Forza Nuova a Pozzallo è stato il Segretario Regionale e vicesegretario nazionale del Movimento, Giuseppe Provenzale, il quale in una breve, ma puntuale e perfetta disamina, ha esortato i Siciliani prodigarsi affinché “La Sicilia non debba morire di immigrazione”.




I segretari nazionale e regionale del partito, Roberto Fiore e Giuseppe Provenzale, in testa al corteo e durante i loro comizi, hanno ribadito il no all'invasione di migranti e alla diffusione della teoria Gender nelle scuole

  


Corteo di Forza Nuova, ieri a Pozzallo , con l’ intervento finale di Roberto Fiore,  Segretario Nazionale del partito che, nonostante gli internazionali, è voluto essere presente nella città iblea simbolo del flusso migratorio proveniente dal nord Africa e teatro di continui sbarchi di immigrati. Tanti i militanti siciliani, in  delegazione dalle diverse realtà isolane , ed i simpatizzanti che, in corteo, per le vie principali di Pozzallo, hanno rimarcato che gli aiuti devono andare per  primi agli Italiani . “Purtroppo non è quello che accade oggi in Italia, dove la voce di centinai di migliaia di persone viene boicottata e poco rispettata da un  Governo latitante ”, ha detto Fiore nel corso del comizio che ha concluso la manifestazione e che è servito anche per denunciare una “ compagine politica sorda alle indicazioni di una parte consistente della comunità nazionale”. Il riferimento è anche a quanto accaduto in Piazza San Giovanni a Roma, e alla protesta organizzata; per dire no alla  diffusione dell’ideologia Gender nelle scuole italiane . “La classe politica che ci governa” ha poi proseguito Fiore “non può e non deve rimanere cieca davanti a milioni di persone che oggi versano in grave stato di disagio economico e sociale , non può permettere il continuo degrado delle nostre città, ove bande di immigrati la fanno da padroni compiendo atti di criminalità continua, sfuggendo a qualsiasi controllo delle forze dell’ordine ”. Tutti concetti ribaditi anche dal  Segretario Regionale di Forza Nuova ,  Giuseppe Provenzale , arrivato anche lui a Pozzallo e che ha esortato i cittadini a prodigarsi affinché “ la Sicilia non debba morire di immigrazione ”.



23 giu 2015

Convocazione assemblea organizzativa

Mercoledì 24/06/2015 ore 21:00
presso Sede Provinciale Forza Nuova Coordinamento Ibleo
a Modica
è convocata assemblea organizzativa in vista del 
Corteo - Comizio in presenza del Segretario Nazionale
di Forza Nuova Roberto Fiore,
di Domenica 28/Giugno/2015 a Pozzallo.


Il coordinatore Provinciale
Maria Borgia


Vale come convocazione.

Pronti a riprenderci il nostro FUTURO: Corteo e Comizio a Pozzallo 28 Giugno 2015


Per info ed adesioni:
ragusa@forzanuova.info

Scicli a sorpresa la graduatoria per le case popolari; ma qualcosa non quadra

Il 29 Maggio 2015, è stata pubblicata, ma resa nota solo pochi giorni fa, la graduatoria per l’assegnazione delle case popolari sul territorio comunale formulata dalla commissione istituita e composta da Dirigenti e dipendenti dell’Ufficio tecnico del Comune.
Le domande esaminate sono state circa 58 domande ma ne sono state accolte 43.
Una delle prime cose che evidenziamo è la scarsa divulgazione pubblicitaria della domanda che andava presentata agli uffici comunali in quanto è venuta meno la pubblicizzazione attraverso manifesti ed organi di stampa, come disposto dalle leggi e dai regolamenti in materia, tanto da rendere a molti impossibile la presentazione delle richieste in tempi utili.
Il panorama che si viene a delineare è di certo un caos; partendo dalle quote riferite all’assegnazione ad immigrati, ben il 50% delle attribuzioni avvantaggiano una categoria numericamente inferiore nei confronti di quella caratterizzata dalla popolazione autoctona:
<< ne facciamo anche un caso di grave oltraggio alla dignità degli Sciclitani che si trovano nella condizione di disagio tanto da esser costretti a richiedere un alloggio popolare e di veder quindi rispettato un diritto Costituzionale sancito. Rasenta la vergogna che intere famiglie italiane si vedano scavalcare e depredate del proprio diritto alla casa per un arbitrario giudizio che fa sì ad una iniquia ripartizione.>>Maria Borgia Coordinatore provinciale Forza Nuova Ragusa.

Inoltre dalla graduatoria pubblicata dal Comune di Scicli si evincono una serie di gravi violazioni in ambito normativo, infatti vengono ad essere inseriti nominativi di persone dello stesso nucleo famigliare convivente di chi, essendo abusivo, è stato raggiunto da provvedimento di sfratto con ordine del Tribunale e che per legge dovrebbero essere esclusi dalla domanda di ri-attribuzione per 5 anni.
Forza Nuova, insieme ai movimenti “Rivoluziona Scicli” ed al Comitato Diritto e Difesa Casa di Scicli, che presenteranno ricorso al fine di invalidare la graduatoria, intende ristabilire metodologie e criteri di conduzione amministrativa che rispettino innanzitutto i diritti dei cittadini italiani con il doveroso rispetto delle leggi, senza che, continua Maria Borgia, “furbesche operazioni e soliti clientelismi facciano sì che persone sin'ora oneste possano, perché disperate, scendere a patti illegali pur di aver soddisfatto un bisogno fondamentale come la casa.
Siano gli organi di governo, attualmente rappresentati dalla triplice commissariale a ridare parvenza di legalità e garantire i diritti di questo paese, almeno sino a quando non saranno Movimenti come Forza Nuova, la quale ha a cuore le sorti del nostro paese, a condurre le redini di questa amministrazione comunale”.
Scicli 19/06/2015

Portavoce Forza Nuova Scili
Borgia Maria