23/lug/2014

La posizione di Forza Nuova sul conflitto in Medio Oriente

D- Perché Forza Nuova ha preso posizione sul conflitto in corso in Medio Oriente? R- Chi ritiene il conflitto in Medio Oriente un fatto irrilevante e che riguarda popoli e religioni a noi lontani, non apprezza il fatto che 1) le guerre e i terrorismi non rimangono mai circoscritti, ma finiscono per toccare le nostre vite in modo drammatico 2) l'aumento del prezzo del petrolio e la potenziale esplosione di una crisi di rifugiati sono conseguenze immediate e sempre presenti in questi eventi. D- L'Europa, anche in questo caso, si è dimostrata un nano politico. Come giudica il suo comportamento? R- Il fatto che l'Europa abbia passato la mano agli USA, e non abbia voce in capitolo nella questione palestinese, finisce per ridurre le complesse problematiche dell'intera area mediorientale ad una dinamica Israele contro islam. D- Qual è la posizione ufficiale di Forza Nuova? R- Forza Nuova ha una posizione politica consolidata, nel solco di una tradizione ideologica nazionalpopolare, che definisce il sionismo come un grave errore politico ed ideologico, capace di creare vero razzismo, terrorismo e guerra, non solo in ambito mediorientale, ma in tutto il mondo. Non è accettabile che lo "Stato ebraico" fondi se stesso sulla superiorità giuridica e religiosa di una razza, confinando tutti gli altri popoli al ruolo di cittadini di seconda classe, e quindi senza diritti, e che già nella sua bandiera abbia l' immagine folle di una grande Israele che va dal Mar Rosso al Tigri. È un dato di fatto che il terrorismo islamico fondamentalista, che in questo momento trova massima espressione nel califfato, e il terrore israeliano (che si manifesta non solo con le stragi che stiamo vedendo in questi giorni, ma anche con le"false flag operations") sono il risultato di una situazione sempre più grave che può trovare soluzione solamente in una proposta radicale. D- Cosa propone Forza Nuova? R- Come avvenuto nel 2006, quando gli eserciti europei si sono interposti tra libanesi ed israeliani in una riuscitissima operazione di peace keeping, che in 8 anni non ha visto un morto né da una parte né dall'altra, così deve avvenire anche oggi tra Israele e Palestina, perché non può essere che uno Stato armato fino ai denti e con mezzi enormemente superiori possa distruggere quando vuole tutto ciò che vuole. FN immagina una Palestina confederata dove drusi, palestinesi, ebrei ed altre popolazioni abbiano il loro spazio cantonale di autogoverno in una confederazione dove non esistano superiorità di razza e terre promesse. Inoltre, è fondamentale capire che più l'Europa sarà estranea, più scompariranno le realtà cristiane nel Medio Oriente arabo, che fino ad oggi hanno rappresentato equilibrio e civiltà garantendo la pace in una situazione di permanente scontro tra sciiti, sunniti ed ebrei. Più noi saremo lontani, come popoli cristiani, dalle questioni legate alla Palestina e più cresceranno fondamentalismo islamico e arroganza israeliana. D- Quale ruolo può esercitare la Russia? R- È un dato geopolitico che il mondo arabo sia naturalmente e storicamente vicino all'Europa e alla Russia. Quando l'Europa e la Russia hanno controllato la politica mediorientale hanno impedito i flussi migratori verso l' Europa, hanno rafforzato il rispetto e la consistenza numerica delle comunità cristiane e hanno mantenuto un livello di relativa stabilità in una terra comunque centrale nei giochi della politica mondiale. D- Cosa vuole dire ai giovani di Forza Nuova che in queste ore stanno manifestando in tutta Italia? R- Gli attivisti di FN che si battono per la liberazione della Palestina asseriscono delle verità incontrovertibili e rivendicano, appunto, come tanti altri militanti nazionalpopolari europei, un ruolo per l'Italia e per l'Europa al fine di mantenere ordine e pace nel Medio Oriente e in tutto il bacino del Mediterraneo.

11/lug/2014

Pozzallo, pasti per immigrati nella spazzatura, Provenzale (FN): "E' razzismo contro gli italiani bisognosi"

"Apprendere che, oltre a carenze organizzative del Cpsa di Pozzallo, quanto accaduto dipenda dal 'rispetto per i gusti e le abitudini alimentari' degli immigrati indigna ancora di più: è razzismo contro i tantissimi italiani bisognosi", si legge in una nota del neo vicesegretario nazionale di Forza Nuova, Giuseppe Provenzale.
"Gli italiani che Forza Nuova assiste in tutta Italia ormai da mesi, grazie al progetto "Solidarietà Nazionale", hanno la gratitudine negli sguardi quando ricevono i nostri aiuti e non osano certo parlare ai nostri volontari delle proprie 'abitudini alimentari'; l'Italia è alla fame e non è tollerabile che ben 15 euro per ogni pasto, pagati interamente con i nostri soldi e che si aggiungono agli altri 35 che spendiamo per gli "ospiti", vengano gettati nella spazzatura senza nessun rispetto per i tanti italiani in difficoltà. Al danno di una crisi strutturale senza via d'uscita si aggiunge la beffa di vedere che le poche risorse disponibili, dai "taxi" di Mare Nostrum alle sigarette dopo il caffè, sono impiegate per aiutare tutti i disperati dell'Africa ad invadere il nostro territorio". 
"Ricordo al sindaco Ammatuna quanto gli dissi qualche mese fa negli studi di VideoRegione sull'abolizione del reato di clandestinità e sul business dell'accoglienza - conclude l'esponente di Forza Nuova - e auspico che anche lui, pronto a prendere le distanze dal nostro corteo dello scorso novembre, come stanno facendo altri primi cittadini, assuma ora posizioni ferme contro la chiara volontà di condannare l'isola a vivere di economia parassitaria legata all'immigrazione. Forza Nuova fa sempre la sua parte, con l'azione quotidiana di sostegno alle famiglie italiane e con la protesta, Lampedusa, Pozzallo, Mineo, Catania hanno già visto la nostra presenza in piazza, e continuerà a farla; è necessario, però, che tutti gli amministratori locali smettano di essere sindaci degli immigrati e di chi guadagna su di loro".

05/lug/2014

CROCETTA E', OGNI GIORNO DI PIU', IL PRIMO NEMICO DEI SICILIANI E IL PUPO DEI POTERI FORTI

Il rivoluzionario di cartone usa l'autonomia per condurre l'isola al suicidio assistito

PUPO DI BANCHE E PETROLIERI
E' il nemico dei nostri interessi economici: ci indebita per un miliardo con le banche, Irpef e Irap maggiorate per i prossimi trent’anni, facendo nello stesso tempo sconti alle lobby dei petrolieri sulle tasse che versano alla Regione per l'estrazione, permettendogli, per di più, di trivellare impunemente il Canale di Sicilia. 

PUPO DEL PUPO RENZI
Rinuncia fino al 2017 ad incassare quanto spetterebbe alla Regione dai contenziosi con lo Stato, sottraendo ulteriori, ingenti risorse ad un'isola già alla fame dai tempi di Cuffaro e Lombardo. 

PUPO DEGLI AMERICANI
E' il nemico della nostra libertà e della nostra salute: il voltafaccia sul MUOS di Niscemi è la prova della sua sudditanza agli interessi coloniali e assassini degli Stati Uniti d'America".

PUPO DELLE LOBBY GAY
E' il nemico delle nostre tradizioni e della famiglia naturale: insiste sui privilegi alle coppie gay, lui che è un omosessuale dichiarato, sempre in prima fila nei disgustosi gay pride, curandosi degli interessi particolari di una piccolissima parte dei siciliani.

PUPO DELL'ANTIMAFIA PAROLAIA
Vede mafiosi ovunque, solo tra i poveri cristi contro cui si accanisce istericamente con vere e proprie persecuzioni personali, ma governa grazie al sostegno di uomini e partiti (dal PD a Forza Italia) che da sempre hanno usato il potere per i loro sporchi interessi.

Forza Nuova, che da tempo denuncia il tradimento di questo #RivoluzionarioDiCartone, con una serie di iniziative che culminarono nel presidio del 15 marzo a Palermo, torna a chiedere le sue immediate dimissioni e lo scioglimento dell'ARS (complice della svendita della Sicilia e del suo Statuto, la cui applicazione permetterebbe all'isola, proprio in tempi di fiscal compact, di arginare gli effetti di una crisi manovrata dai padroni di Crocetta) e auspica la creazione di un blocco popolare d'opposizione che possa far risorgere la speranza in questa terra martoriata.

Forza Nuova, segreteria regionale siciliana
Ufficio stampa, 340/7940989

28/giu/2014

Pozzallo: I cibi per i clandestini nei cassonetti della spazzatura

Succede anche questo!

Cibi, incellofanati, destinati ai migranti in arrivo al centro di prima accoglienza di Pozzallo, e cestinati direttamente nella spazzatura, senza essere consumati.

Centinaia di piatti di pasta e di carne buttati nel cassonetto. E´ l´assurda quanto sgradevole vicenda che giunge dal centro di prima accoglienza di Pozzallo.

Primi piatti, secondi e anche frutta cestinati perché i migranti si rifiuterebbero di mangiare la pasta e soprattutto la carne.
Così, il personale autorizzato alla distribuzione dei pasti si vede costretto a cestinare i piatti con il cibo. 

Il Comune di Pozzallo aveva appaltato il servizio mensa tramite bando, vinto da una ditta di Pescara, che ha una succursale a Ispica.
L´appalto ha per oggetto la preparazione, la confezione, il trasporto e la consegna dei pasti caldi presso il centro di accoglienza.
Costo per migrante comprensivo dei tre pasti giornalieri, circa 15 euro al giorno.

Fra poco inizia il RAMAD e pertanto, dei presenti nei due centri, un buon 80% professa la religione musulmana e da Comiso i migranti hanno fatto sapere che non mangeranno né la mattina né a mezzogiorno. Ove fosse possibile, una bevanda calda prima di cenare (meglio se il thè), e poi la cena.

23/giu/2014

"Adotta un ALBERO": La Lega della Terra: "Adotta un albero di arance rosse di IGP"

La Lega della Terra: "Adotta un albero di arance rosse di IGP"

Il progetto sottoscritto dalla Lega della Terra chiamato "Adotta un albero" permetterà la promozione di un rapporto diretto tra il consumatore italiano ed il noto produttore di arance siciliane, l'azienda agricola F.lli Laluna di Grammichele. Questa iniziativa del valore complessivo di circa 700mila euro garantirà il livello occupazionale locale fortemente in crisi a causa degli accordi d'importazione di arance che l'UE ha sottoscritto con il Marocco.
Con un semplice bonifico bancario di 65 euro oltre Iva 4% il consumatore si assicurerà direttamente a casa due forniture (28 kg cadauna) di arance rosse IGP genuine e non trattate senza ricorrere ad intermediari commerciali senza scrupoli. Al produttore verrà garantita un'adeguata remunerazione delle arance prodotte in azienda mentre al consumatore verrà data la possibilità di ricevere e mangiare l'arancia rossa IGP di eccellente qualità organolettica ineguagliabile, salutare e naturale garantita da un'agricoltura ecosostenibile e dal sistema di certificazione internazionale della Lega della Terra. Il consumatore potrà non solo dare un nome all'albero adottato ma sarà costantemente informato di tutte le lavorazioni agrarie realizzate in campagna.
Attualmente le piante di arance interessate nell'iniziativa sono circa diecimila, ma, in base al successo dell'iniziativa, è pronta la possibilità di estensione del progetto a centomila alberi. Le adesioni e le richieste informative on line sono stati tali da dover costringere l'Associazione a mettere a disposizione personale sette giorni su sette.
Sicuramente questa iniziativa, unica del suo genere, è la prima di un percorso a lungo termine volto al rilancio occupazionale del settore primario. Secondo quanto trapelato dall'Ufficio di Presidenza sono in lavorazione anche altre iniziative che riguardano le olive siciliane, la pera mantovana, le castagne calabresi, le more della maremma, l'olio extra vergine d'oliva e l'uva pugliese.



FESTIVAL MEDITERRANEO - Campo d'Azione; SCANDALE (CROTONE) 27-29 giugno 2014





FESTIVAL MEDITERRANEO - Campo d'Azione; SCANDALE (CROTONE) 27-29 giugno 2014

MUSIC, PROPOSALS, MEETING

PROGRAMMA PROVVISORIO:

VENERDI' 27 giugno:
- ORE 16:00 - 18:00 INGRESSI E ACCREDITI
- ORE 18:15 - SALUTI E APERITIVO DI BENVENUTO, PRESENTAZIONE DEL FESTIVAL: Davide Pirillo, Giuseppe Provenzale, Vito Cantacessi, dirigenti nazionali Forza Nuova
- ORE 19:00 - CONFERENZA: "DIFESA DELLA VITA E FAMIGLIA TRADIZIONALE", ALESSANDRO PERRONE (FORZA NUOVA BISIGNANO)
- ORE 21:00: FALO’ MUSICALE CON BBQ, piano elettrico e voce: Massimo Sferrino, cori: TUTTI; chi non canta non vale!

SABATO 28 giugno:
- ORE 08:30 – 12:00 INGRESSI, ACCREDITI, ISCRIZIONE AI GIOCHI COMUNITARI
- ORE 09:00 – 11:30: GARE A PREMI E TORNEI DI CORSA CON I SACCHI, TIRO ALLA FUNE, BRACCIO DI FERRO, LANCIO DEL SASSO
- ORE 11:30: FORMAZIONE DOTTRINARIA: “SIATE INTRANSIGENTI, DOMENICANI!”, PRESENTAZIONE DELL'OMONIMO FASCICOLO SULLA Scuola di Mistica Fascista, LINEE GUIDA MEDITERRANEE PER LA RINASCITA EUROPEA, GIUSEPPE PROVENZALE (Uff. Politico Nazionale Forza Nuova)
- ORE 16:00 - PRESENTAZIONE del LIBRO "RINO GAETANO, la tragica scomparsa di un eroe" a cura dell'autore BRUNO MAUTONE (GIORNALISTA)
- ORE 18:00 - "IL DOMANI APPARTIENE A NOI"; LA SFIDA DEI MOVIMENTI NAZIONALISTI EUROPEI
HANNO CONFERMATO LA LORO PRESENZA: NICK GRIFFIN, Presidente ed europarlamentare del British National Party (Gran Bretagna), ADAM GMURCZYK, segretario nazionale del Narodowe Odrodzenie Polski (NOP) (Polonia), MANUEL CANDUELA, segretario nazionale di Democracia Nacional (Spagna), Cristian Dumitriu resp. pubbliche relazioni internazionali Noua Dreapta (Romania), conclude ROBERTO FIORE, segretario nazionale Forza Nuova
N.B. L'elenco dei partecipanti verrà ulteriormente ampliato nei prossimi giorni
- ORE 21:30 CONCERTO ROCK NAZIONALISTA con TESTUDO, SANGUINIS EFFUSIONE E … ALTRI GRUPPI, WORK IN PROGRESS

DOMENICA 29 giugno
- ORE 10:00 - SANTA MESSA TRIDENTINA - ORE 12:00 - SALUTI FINALI E CHIUSURA
SERVIZI: BAR, RISTORAZIONE (prodotti tipici calabresi), VENDITA LIBRI, MAGLIETTE E GADGETS


>>> ATTENZIONE IL PROGRAMMA PUO’ SUBIRE VARIAZIONI <<<